tempi dei ripassi

7 Marzo 2022

Scritto da Stefano di Benedetto

Ecco la sesta delle 12 Regole del cervello (Brain Rules): usa i ripassi al momento giusto per ricordare tutto, per quanto tempo vuoi

La sesta regola del cervello sui tempi dei ripassi ci insegna come rafforzare i ricordi e migliorare nello studio. Scopri di più, leggi la nostra news!

Ci vogliono anni per consolidare un ricordo. Non minuti, ore o giorni, ma anni. Solo per farti un esempio, ciò che impari in prima elementare non è completamente appreso fino al tuo secondo anno di superiori.
La maggior parte dei ricordi scompaiono in pochi minuti, ma quelli che riesci a rafforzare si consolidano nel tempo.

I tempi dei ripassi dipendono dal tuo meraviglioso hard disk

La parte del cervello responsabile della memoria a lungo termine è la corteccia, che è in continuo collegamento con l’ippocampo, area del cervello responsabile della memoria a breve termine.

Il sistema per rendere più affidabile la memoria a lungo termine è incorporare nuove informazioni gradualmente e ripassarle a intervalli di tempo.

La Memoria a Lungo Termine si comporta come l’hard disk di un computer.

Infatti, la tua memoria memorizza i dati per un certo periodo di tempo. Se poi sono stati archiviati con tecniche apposite, sarà ancora più facile andarle a trovare per ricordarle. Succede proprio come quando in cantina, ritrovi molto più facilmente oggetti conservati con ordine, rispetto a quelli stipati a caso 😉

Se vuoi ricordare, ricordarti di ripassare!

Come si fa a ricordare meglio?

Associando il dato con un’emozione: più elaborata, vivida e ripetuta è l’associazione dell’informazione che si vuole ricordare, più facilmente sarà ritenuta.

Ripassare le informazioni ad intervalli specificamente programmati, offre il modo più efficace per fissare i ricordi nella memoria.

La scuola ideale è quella dove si ripassa ciò che è stato appreso già durante la giornata scolastica, circa 90-120 minuti dopo l'apprendimento iniziale.

Purtroppo, attualmente le nostre scuole sono progettate in modo che la maggior parte dell'apprendimento reale debba avvenire in autonomia, a casa.

Scopri la curva della tua memoria per costruire quella dei tuoi ripassi

Senza l’uso di tecniche appropriate, la perdita di informazioni nelle 24 ore successive a un periodo di studio è almeno dell’80%.

Quest’enorme caduta della quantità di nozioni ricordate, dev’essere prevenuta con l’aiuto di tecniche di ripasso adatte.

Qui trovi la durata media delle tue curve di memoria e quindi le scadenze a cui ripassare.

  • Primo ripasso: dopo 1 giorno

  • Secondo ripasso: dopo ulteriori 7 giorni (cioè 8 giorni dalla data di inizio di studio)
  • Terzo ripasso: dopo ulteriori 21 giorni (cioè 29 giorni dalla data di inizio di studio)

  • Quarto ripasso: dopo ulteriori 30 giorni (cioè 60 giorni dalla data di inizio di studio)

Se tu studiassi interamente un testo ripassandolo tutto solo alla fine, già dopo 8 giorni la tua curva di memoria sarebbe quasi nulla: così invece di ripassare, dovresti ristudiare per alzare la curva di memoria!

E allora Buon Ripasso e alla prossima regola!

Vuoi scoprire tutti i segreti per avere un Metodo di Studio Super Efficace?

Dai un occhio qui allora!

Stefano Di Benedetto, assieme ad un affiatato team di collaboratori e consulenti, da oltre 32 anni lavora con entusiasmo ad un impegno ben preciso: trasformare sempre gli obiettivi dei clienti in risultati concreti!

Articoli correlati