tecniche pratiche per non dimenticare i nomi

23 Ottobre 2022

Scritto da Stefano di Benedetto

Hai una certa difficoltà nel ricordare i nomi?

Bene, anzi male...no dai, non è poi così grave! 🙂

Forse non dovrei dirtelo, ma puoi stare tranquillo perchè questo problema è mooolto più comune di quanto tu possa credere, quindi sei decisamente in buona compagnia!

Magari simili défaillance ti sono capitate solo in qualche occasione (ma tanto è bastato per farti rimediare una bella figuraccia!), oppure quella di ricordare i nomi rappresenta per te una vera e propria "impresa", ma adesso questo non conta, perché voglio svelarti 10 tecniche pratiche per non dimenticare i nomi, che sapranno aiutarti in ogni caso e che tra l'altro potrai applicare anche per esigenze mnemoniche differenti.

Allora, sei pronto? Andiamo a scoprirle!

1 - Lavora sulla tua motivazione

"Motivazione?" chiederai tu,  "Uffaaa, si parla dappertutto di motivazione e me la stai propinando anche in un articolo che parla delle 10 tecniche pratiche per non dimenticare i nomi?"
Ebbene sì e ti spiego subito perché.

Qual è stato lo sforzo mnemonico più grande che hai compiuto negli ultimi tempi?
Forse  un esame universitario da incubo?
Oppure quel librone che dovevi studiare per quel concorso?
O magari quella tonnellata di materiale che ti hanno dato da leggere al lavoro per poter svolgere dei nuovi compiti!

Ecco, quello sforzo sarà stato senz'altro infinitamente più impegnativo rispetto a quello di ricordare un nome! Che poi non è nient'altro che una semplice parola 🙂

Se vuoi ricordare il nome di una persona, la prima cosa è capire perchè lo desideri veramente, il motivo è ciò che fa la vera differenza.
È per un aspetto professionale?
Oppure ti interessa perchè può darti un aiuto concreto per quel tuo problema familiare?

Se ne sei consapevole, sarai già a metà dell'opera!

2 - Presta attenzione durante la presentazione

Magari ci hai già fatto caso: quando ci si presenta ad una persona con la classica stretta di mano, è assolutamente frequente non ricordarsi il suo nome già pochi secondi dopo, eppure è stata detta solo quella parola, buffo vero?

Eppure la spiegazione è semplice: il momento della presentazione è spesso vissuto come momento importante, siamo focalizzati nel fare bella figura, magari a sorridere all'interlocutore, a stringergli la mano in maniera sufficientemente vigorosa e via discorrendo.

Non solo! Nel 90% dei casi le due persone pronunciano il loro nome contemporaneamente. La conseguenza è che sarà impossibile sentire bene il nome dell'interlocutore, figuriamoci ricordarlo!

Quindi la prossima volta, quando stringi la mano e sorridi, aspetta che sia l'altra persona a presentarsi, così potrai ascoltare bene il suo nome e nel caso chiedergli di ripeterlo.
...Successivamente ti presenterai tu 🙂

 

3 - Hai dimenticato il nome dopo la presentazione? Richiedilo immediatamente

Non l'avessimo mai detto: quella persona ti si è appena presentata ma tu, pur tenendo a mente quello che ti ho detto al pragrafo precedente, hai già dimenticato come si chiama.  E ora che fare?

Le soluzioni sono due: la prima è richiederglielo, semplicemente, senza temporeggiare. Le persone di solito sono positivamente sorprese se qualcuno si dimostra interessato a loro, penserà magari di non essere stato abbastanza chiaro.

La seconda è più sottile... una sorta di trucchetto :-).
"Mi perdoni... come ha detto che si chiama?" chiederai. "Mario Rossi" potrebbe rispondere il tuo interlocutore.

Se si presenterà sia col nome che col cognome, hai fatto Bingo!

"Sì sì, Rossi me lo ricordavo..." dirai sorridendo "...Era il nome che mi era sfuggito!".
Così darai l'impressione di ricordarti comunque bene di lui e di esserti dimenticato il suo nome solo a metà 😃

4 - Ricollega il nome della persona al suo lavoro

"Siamo quel che facciamo", diceva Aristotele in una sua celebre frase, ed è probabilmente per questo che ricollegare il nome di una persona al suo lavoro è un qualcosa che si rivela straordinariamente efficace.

Infatti per la nostra memoria, che lavora per associazioni, collegare il nome e il viso di una persona con la professione svolta o un aspetto pratico della sua vita, rende assai più agevole la memorizzazione dei nomi.

5 - Ricollega il nome della persona a quello di una persona che già conosci

Un'altra ottima strategia per memorizzare i nomi è quella di creare dei collegamenti tra la nuova persona e un'altra persona che già conosci e che si chiama allo stesso modo.

Guarda un po', questa persona si chiama proprio come quel tuo collega, come la tua vicina di casa, come quel tuo simpatico amico d'infanzia, oppure come quella persona che ti piaceva tanto (ok, elimina quest'ultima opzione se ho toccato un tasto dolente, posso capirti!).

Creando collegamenti di questo tipo, memorizzare i nomi ti risulterà di gran lunga più semplice.

6 - Ripeti più volte il nome

"Repetita iuvant", dicevano gli antichi.

Per fissare meglio quel nome,  oltre a ripetertelo più volte nella mente, trova l'occasione per pronuncialo almeno una volta chiacchierando con lui/lei.

"Tra l'altro, le volevo chiedere Sig. Rossi, cosa ne pensa riguardo....?".
Oppure alla fine della chiacchierata "Piacere di aver fatto la sua conoscenza Sig. Rossi!"

 

7 - Scriviti il nome o chiedi un biglietto da visita

"Verba volant, scripta manent" ...no dai, ora basta con le citazioni, promesso! 🙂

Però scrivere i nomi che vuoi ricordare può esserti utilissimo, sia per aiutare la tua memoria, sia perché ti dona la tranquillità di poter andare a consultare il tuo appunto nel caso non dovessi ricordarti.

Se la situazione è professionale e lo consente, non apparirà strano mostrarsi interessati e chiedere un suo biglietto da visita, porgendo magari il vostro. Potrai così consultarlo quando necessario.

Se invece la situazione è generica, puoi prendere un istante il tuo cellulare, magari fingendo di rispondere ad un messaggio urgente e scrivere il nome su una qualsiasi App di note.

Un escamotage semplice, efficace e insospettabile, però bada bene di svolgerlo rapidamente, perché temporeggiare al telefono subito dopo una presentazione, può risultare maleducato agli occhi di chi hai davanti.

8 - Ricollega il nome della persona ad una sua peculiarità fisica

Questa tecnica è probabilmente un po' meno diretta rispetto ad altre a cui abbiamo accennato, ma può comunque tornare utile: ogni persona ha le sue peculiarità fisica e questo può agevolare la memorizzazione del suo nome.

Certo, se hai davanti una persona alta 2 metri ti sarà semplice ricollegare il suo nome alla sua altezza, ma non per forza devono esserci delle caratteristiche così evidenti: può bastare anche un piccolo dettaglio, per realizzare un'associazione di questo tipo. 

Ad esempio un neo in un determinato punto del viso, oppure naso, orecchie o una bocca particolare, possono diventare un ottimo appiglio associativo.

9 - Adàttati al contesto

Ogni contesto fa storia a sé, questo non dovremmo mai dimenticarlo: un conto è ricordare il nome di un nuovo amico che si unisce alla comitiva con cui esci la sera, un conto è ricordare il nome di 20 persone che compongono un team che l'azienda per cui lavori ti ha chiesto di formare. Le situazioni sono diverse da qualsiasi punto di vista: una riguarda un contesto informale, l'altra no.

In una devi ricordare un solo nome, nell'altra decine, in una puoi chiedere ad un amico di ricordarti il nome del nuovo arrivato, nell'altra non puoi avere nessun "aiuto".

Proprio per questo, devi cercare di capire quali sono alcune tecniche che meglio si adattano al contesto o usare tecniche di memoria specifiche per ricordare Nomi e Visi.

In questo mio breve video, te ne spiego alcune, clicca qui

10 - La decima tecnica... devi stabilirla tu

Non ho deciso di "lasciare in bianco" l'ultima delle 10 tecniche perché me ne mancava solo una per fare "cifra tonda" :-), ma è per ricordarti che tu sei il primo conoscitore della tua mente (anche se, ricordiamolo sempre, neppure noi stessi possiamo conoscerla al 100%), di conseguenza tra le metodologie più efficaci di memorizzazione dei nomi, deve necessariamente esserci una dose di soggettività.

Col tempo hai notato che associare un nome al lavoro svolto da una persona non ti aiuta?
Al contrario ti aiuta tanto l'associazione con una persona che già conosci e che si chiama allo stesso modo?
Oppure preferisci ripetere nella tua mente il nome della persona che hai conosciuto per fissarlo bene in testa?

Ogni persona è unica, anche tu lo sei, quindi l'esperienza pratica saprà senz'altro suggerirti quale tecnica ti è più congeniale.

Sono sicuro che questi suggerimenti ti saranno di aiuto. Come anticipato nel post, queste semplici strategie mnemoniche possono essere utilizzate non solo per ricordare il nome di una persona appena incontrata, ma anche in altri contesti come ad esempio imparare i nomi di personaggi storici o i concetti chiave di un esame.

Come sempre, un brillante saluto... e alla prossima!

P.S: se hai bisogno di allenare la tua memoria e vuoi migliorare le tue prestazioni, qui trovi il link al nostro corso di memoria grazie al quale apprenderai una volta per tutte, quello che serve ad uno studente o a un professionista, per dare il meglio!

Vuoi scoprire tutti i segreti per avere un Metodo di Studio Super Efficace?

Dai un occhio qui allora!

Stefano Di Benedetto, assieme ad un affiatato team di collaboratori e consulenti, da oltre 32 anni lavora con entusiasmo ad un impegno ben preciso: trasformare sempre gli obiettivi dei clienti in risultati concreti!

Articoli correlati